Piccoli prestiti per tutti i pensionati

Tutte le tipologie più importanti di prestiti per pensionati, finanziamenti che possono essere stipulati a tassi vantaggiosi e senza alcun peso, visto che tra le più gettonate modalità ci sono quelle che prevedono la trattenuta automatica sull'importo pensionistico mensile. Ma andiamo con ordine e vediamo come funzionano nel dettaglio questi metodi per farsi concedere credito dagli istituti competenti in questo settore.
Se siete pensionati con età inferiore ai 75 anni e superate abbondantemente l'importo minimo di pensione stabilito a norma di legge (501,38 euro nel 2014), la soluzione che generalmente vi verrà consigliata è la cessione del quinto, ovvero una trattenuta sull'importo che percepite ogni mese, la cui quota (che potrà essere al massimo pari al 20%, corrispondente ad un quinto) sarà stabilita dall'istituto con la vostra autorizzazione.
Molto simile alla cessione del quinto, altra tipologia diffusa di prestito per pensionati è il finanziamento con delega, noto anche con il termine di doppio quinto. Capirne il funzionamento è semplice, dal momento che anziché prelevare una quota massima di un quinto, potrete accordarvi con l'istituto creditore per portare al massimo al 40% questa percentuale. Ovviamente, in questo caso è più complicato ottenere l'ok dall'Inps (il cui parere sarà fondamentale), ma se doveste avere una pensione particolarmente elevata si tratta della scelta più ragionata, utile per accorciare i tempi di rimborso e di conseguenza risparmiare sul tasso da pagare alla banca.
Oltre a queste due tipologie, ci sono anche forme di prestiti per pensionati meno conosciute ma che potrebbero comunque far comodo a determinate persone, come i finanziamenti estesi a chi si trova in una fascia d'età fino agli 80, 85 o addirittura 90 anni, che si possono trovare sui siti internet di alcuni istituti, che concedono questa opportunità a tassi inevitabilmente maggiorati rispetto alle più comuni modalità. Per maggiori informazioni potete visitare il sito http://www.prestitiperpensionatiok.it .

Prestiti pensionati Inps con Impresa SanPaolo

I prestiti ai pensionati Inps concessi da Impresa SanPaolo, tra gli istituti più conosciuti nel nostro Paese, che ogni giorno concede finanziamenti ai lavoratori e anche a coloro che si trovano in età avanzata, dando loro l'opportunità di esaudire i loro desideri in termini di investimenti, ricevendo subito il denaro necessario.
Un punto in cui si contraddistingue Impresa SanPaolo, relativamente all'opzione di prestiti per pensionati Inps, è la possibilità di richiedere finanziamenti fino all'età di 85 anni, soglia molto alta se si pensa che spesso il limite è di 75 con altri istituti. Per l'esattezza, potranno richiedere la cessione del quinto tutti coloro che rientrano entro gli 85 anni al termine del prestito, che dovranno avere al massimo 83 anni al momento della richiesta.
Con Impresa SanPaolo i pensionati potranno richiedere in prestito un importo massimo di 75 mila euro, mentre il minimo è fissato ad appena 3.600 euro, che dovranno poi essere rimborsati con trattenuta automatica sulla pensione (che dovrà consentirlo, rispettando i requisiti minimi imposti dalla legge) per una durata totale da un minimo di due anni ad un massimo di dieci anni, con tasso di interesse fisso che dipende dall'età del richiedente e dalla durata stabilita.
L'ente che vi concederà il prestito si occuperà lui stesso della copertura assicurativa in caso di decesso del richiedente, fattore positivo così come la comoda modalità di rimborso del credito ricevuto, completamente automatica grazie alla firma dei responsabili dell'ente previdenziale che vi versa la pensione. In caso di rimborso anticipato, con Impresa SanPaolo potrete approfittare di un compenso a vostro favore, pari all'1% se la durata è maggiore rispetto ad un anno e allo 0,5% in caso contrario: in entrambi i casi, l'importo minimo richiesto in fase iniziale dovrà essere superiore ai 10 mila euro.  Per maggiori informazioni: http://www.intesasanpaolo.com/ .